Pubblicato da: ddsandamianoasti | 27 maggio 2009

Progetto “Sicurezza a scuola”

A che punto siamo?

Il tempo stringe … riusciremo a finire?

Il progetto “SICUREZZA A SCUOLA”  è  stato pensato e progettato come parte integrante del progetto di plesso “Tra petali e pennelli” sulla riqualificazione del cortile della scuola, in funzione della valorizzazione e del rispetto dell’ambiente in cui si vive.

Senza trascurare il fatto che è compito degli adulti rendere un luogo sicuro, i bambini di classe quinta hanno pensato a tutte le volte che hanno corso un pericolo e fatto qualcosa che potesse mettere a rischio la loro incolumità.

E così che questo gruppo di bambini, di settimana in settimana, e … ormai di mese in mese,  sta portando a compimento un lungo ed impegnativo lavoro di osservazione e riflessione.

La scelta di far lavorare una quinta su questo tema è stata voluta dallo scopo iniziale che si è dato al progetto: la quinta lascerà in eredità ai più piccoli una specie di piccola guida alla sicurezza per evitare che i bambini si facciano male.

Tutto è cominciato il 9 ottobre 2008, con una gita a Torino;  a “Sicuropoli” ci hanno fatto vedere pericoli che possiamo correre, in determminate situazioni e luoghi.

Tornati a scuola, abbiamo continuato il discorso e siamo ormai arrivati a fare un CD  … Ma torniamo indietro di qualche mese: dall’11  al 18 novembre, in piccoli intervalli, abbiamo fatto delle foto all’interno e all’esterno della scuola; guardandoci intorno e cercando di documentare pericoli che si possono correre a scuola.

Sono stati fotografati tutti i luoghi e i comportamenti che presentavano possibili occasioni di pericolo o rischio; i bambini sono stati attori ed esecutori delle foto e hanno mimato i comportamenti che, per la loro esperienza di bambini, possono essere pericolosi per sè e per gli altri.

Prima di Natale le foto sono state classificate per indicare un pericolo, un obbligo o un divieto, un’indicazione.

La segnaletica stradale ci ha aiutato a classificare le varie situazioni.

A gennaio foto per foto, situazione per situazione, abbiamo scritto dei fumetti e abbiamo spiegato le situazioni pericolose, che cosa fare e che cosa evitare di fare.

Si sono utilizzati due registri linguistici: uno più formale per segnalare ed evidenziare; un registro più ironico e divertente (il fumetto) per attirare l’attenzione.

Da febbraio a marzo abbiamo riportato le foto e le nostre riflessioni sul computer.

Adesso, stiamo terminando il CD, che verrà distribuito agli alunni di classe quinta, mentre alle altre classi faremo vedere il nostro lavoro con il CD e verranno segnalati i pericoli e i comportamenti da evitare con dei cartelli, sistemati nelle aule, nel corridoio, nei bagni, in mensa e nel cortile.

I bambini hanno utilizzato Power Point, hanno affinato le loro abilità informatiche, collegando l’attività svolta con il laboratorio di informatica.

Allo stato attuale, di lavoro da fare ne rimane ancora, le idee cambiano e si modificano in itinere: l’ultima è quella di aggiungere un cartellone nell’ingresso con una specie di decalogo sulle buone  regole da rispettare,  sempre rivolto ai piccoli che arriveranno il prossimo anno.

Speriamo di arrivare presto al dunque e di poter presentare il nostro lavoro alla nostra scuola.

Gli alunni di classe quinta

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: